Celle solari organiche

Sommario:
A Princeton NJ, USA alcuni ingegneri elettrotecnici hanno inventato una tecnica per produrre celle solari organiche a basso costo.

Le nuove celle non raggiungono l'efficienza delle celle solari convenzionali, ma possono essere prodotte a costi inferiori: sono infatti costruite con materiale organico, cioè piccole molecole contenenti carbonio, al posto del tradizionale materiale basato sul silicio.

Il risultato è è una pellicola ultrasottile e ultraflessibile, che può essere applicata su ampie superfici.
"Le celle solari organiche possono essere prodotte con processi simili a quelli di stampa o a quelli usati per spruzzare materiali su rotoli di plastica", ha dichiarato Peter Peumans, assistente nel laboratorio di ricerche elettrotecniche del prof. Stephen Forrest, aggiungendo: "Alla fine si ottiene un grande foglio di celle solari che può essere srotolato e montato su un tetto".

Le celle possono essere realizzate in diversi colori, in modo da diventare anche gradevoli elementi architettonici; possono anche essere rese trasparenti, così da essere applicabili alle finestre, come tende, che lasciano trasparire una parte della luce, e la rimaente parte può essere utilizzata come energia elettrica.

"Grazie a queste qualità, i ricercatori hanno lavorato per anni sulle pellicole fotovoltaiche organiche, ma finora si sono fermati davanti a problemi di bassa efficienza" ha spiegato Forrest

Questa barriera è stata superata grazie all'utilizzo di nuovi composti organici, ed all'utilizzo di nuovi metodi di fabbricazione della pellicola fotovoltaica, che ne accresce l'efficienza.

I ricercatori del Laboratorio Forrest stanno ora studiando di incrementare ulteriormente l'efficienza fino a raggiungere un valore compreso tra il 5 e il 10%, che renderebbe questa tecnologia adatta all'utilizzo commerciale.
Come riferimento, evidenziamo che la miglior efficienza dei moduli al silicio è intorno al 24%.

"Il costo di produzione sarà però sensibilmente più basso, per cui alla fine il costo/watt prodotto sarà più conveniente rispetto ai materiali attuali" ha dichiarato Peumans.

La tecnica sulla quale si basa questa tecnologia consentirà di aprire nuove strade per lo sviluppo di materiali adatti ad altre tecnologie, grazie anche ai modelli matematici che sono stati sviluppati durante questa ricerca.

La ricerca è stata supportata dall' Air Force Office of Scientific Research, dal National Renewable Energy Laboratory e dalla Global Photonic Energy Corp.

HOME


2014 siti al TOP